NAZIONALE UN PO’ TORINESE

26 aprile 2018
Sino ad un mese fa, si sussurrava che il milanese Gran Premio Nazionale, riservato ai cavalli di tre anni che percorrono la strada verso il Derby, si potesse disputare sulla pista torinese, a causa della classificazione degli ippodromi che collocava Milano in terza fascia.
Così non è stato, e ieri con due mesi di anticipo sulla normale collocazione si è disputato alla Maura, ippodromo di Milano. Corsa che ha regalato senz’altro sussulti, con un arrivo a sorpresa e dove i grandi attesi hanno invece fallito per questa volta il compito.
Ad aggiudicarsi la vittoria è stato Zaccaria Bar, a fil di palo giustiziava Zilath che aveva forse già pregustato il successo. Bella lotta, bel duello con due cavalli poco considerati. Zaccaria al totalizzatore da vincente ha pagato 38€, se avesse vinto Zilath 97€.
Vi chiederete perchè li consideriamo torinesi? Ebbene come i più sanno i “targati” Bar sono i cavalli nati e allevati nell’allevamento di Vigone della famiglia Truccone, mentre Zilath, portacolori del notaio Ubaldo La Porta, è da qualche settimana nelle scuderie di Vinovo di Andrea Guzzinati, che in giornata si era finalmente portato a casa, dopo due sfortunate corse, un bellissimo successo con Victor Ferm a suon di record della generazione, di 1.11.5.
Inutile dire la gioia immensa che si può provare ad arrivare nei primi posti del podio in un gran premio, soprattutto quando non si è considerati, soprattutto quando si parte con uno scomodo numero sette, o peggio ancora con il numero 12 in seconda fila. Una corsa che Federico Esposito, in sulky a Zaccaria Bar, allenato da Erik Bondo, di proprietà della scuderia Incolinx, ha letteralmente pennellato, finendo a bomba. 8 corse, 5 vittorie per questo figlio di Ready Cash e Filanda, che da sempre ha avuto la fiducia del proprio team. Per la cronaca al terzo posto arrivava Ze Doca, altro outsider della corsa. Vedremo ora cosa accadrà al prossimo Gran Premio, ovvero il Giovanardi.
eb

Condividi:

Ippica by BetFlag